VIVISEZIONE E ART. 14

fonte

ULTIMO APPELLO AI SENATORI PER L’APPROVAZIONE DELLA NORMA ANTI-GREEN HILL

Sabato 17 novembre, a Milano, la conferenza stampa di presentazione della campagna-verità realizzata dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente per dire basta alla sperimentazione animale. Una campagna rivolta innanzitutto ai decisori istituzionali, in questo caso i senatori – nuovamente invitati a votare e approvare l’art.14 come licenziato dalla Camera e, pertanto, a “diventare promotori di una ricerca moderna che investe in metodi sostitutivi”-, ma indirizzata anche ai cittadini, “bombardati” dalle lobby farmaceutiche con la grossolana e falsa alternativa “salvare l’animale o salvare l’uomo”. La scienza moderna è e sarà sempre di più in grado di salvarli entrambi. Lo spiega il primo “testimonial” della campagna: Susanna Penco, ricercatrice all’Università di Genova e malata di sclerosi multipla, in questa duplice veste assolutamente contraria alla sperimentazione sugli animali, per ragioni etiche e scientifiche.
Alla presentazione hanno partecipato le Associazioni animaliste aderenti alla Federazione: Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Enpa, Lav, Leidaa, Oipa, Chiliamacisegua, Amici Animali, Noi Animali, Sos Levrieri.
“Dal punto di vista etico – spiega la dott.ssa Penco – perché non ritengo giustificabile, neppure in nome di un presunto progresso, infliggere sofferenze ad altri esseri senzienti, umani e non umani, per i quali provo egualmente compassione. Dal punto di vista scientifico, considero la sperimentazione sugli animali inutile e dannosa. E’ inutile perché studiare una cura su una specie diversa da quella a cui la cura è destinata, non ha alcun senso. È dannosa perché distrae dei soldi, spendendoli in modo inopportuno, e perché spesso i farmaci testati sugli animali poi creano dei problemi all’uomo. I risultati non sono “trasferibili” da una specie all’altra, mentre esistono ormai metodi alternativi molto più sicuri, come la sperimentazione in vitro di cui mi occupo da decenni”.
“Una battaglia per la vita che abbiamo sostenuto e sosterremo incessantemente.– afferma Laura Rossi, Presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane – La nostra battaglia continua, e facendoci interpreti ancora una volta delle istanze di quella maggioranza degli italiani che ama gli animali e vuole vederli rispettati, chiede al Senato l’approvazione dell’articolo 14 della Legge Comunitaria, già votato a larghissima maggioranza dalla Camera. Siamo convinti che Dd un “sistema” occorre contrapporre un’azione sistematica”.

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: Le notizie della Lega del Cane
Altre informazioni inerenti VIVISEZIONE E ART. 14: , Sara, http://www.legadelcane.org/feed/, LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE, LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi