Vergato (BO)

Capriolo abbattuto come premio al miglior cacciatore – Lega Nazionale per la Difesa del Cane: abbattimento selettivo, un pretesto utilizzato per giustificare la necessita’ di ricorrere agli spari, o per tutelare interessi fortissimi. Il consueto e barbarico abbattimento di animali selvatici, come daini, caprioli, cinghiali in nome dell’equilibrio della natura può…

via LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE:

Vergato (BO)

Capriolo abbattuto come premio al miglior cacciatore

Lega Nazionale per la Difesa del Cane: abbattimento selettivo, un pretesto utilizzato per giustificare la necessita’ di ricorrere agli spari, o per tutelare interessi fortissimi.

Il consueto e barbarico abbattimento di animali selvatici, come daini, caprioli, cinghiali in nome dell’equilibrio della natura può annoverare una nuova triste storia. In provincia di Bologna, nel comune di Vergato, si è svolta nei giorni scorsi una gara al poligono di tiro con un premio particolare. Il tiratore più meritevole ha vinto uno dei caprioli uccisi durante il selezionamento e prelievo dei capi immolati per l’attività venatoria e il mantenimento di un numero controllato degli abitanti non umani dei colli bolognesi.
Nonostante migliaia di telefonate e e-mail di protesta abbiano inondato gli uffici competenti e il gabinetto del Sindaco – che ha preso le distanze e ha emesso una comunicazione ufficiale dove si sottraeva da ogni responsabilità, in quanto la struttura è fuori dalla sua competenza – ancora una volta si è compiuto lo scempio. Lega Nazionale per la Difesa del Cane auspica una maggiore contemplazione di ciò che la normativa nazionale stabilisce in materia. Considerando che le leggi – regionali e statali – sono sin troppo favorevoli alla caccia ma evidentemente non ancora permissive per le frange venatorie più estreme ed i politici loro amici.
Lo squilibrio della natura è provocato dall’azione antropica che tutti i giorni mette a rischio il nostro ecosistema, e non da animali che hanno la sola sfortuna di essere accerchiati e sparati a più riprese in scene raccapriccianti, come fin troppo spesso capita di assistere in prossimità di boschi e aree protette. L’abbattimento selettivo mirato a ridurre gli esemplari considerati in sovrannumero, come risulterebbe dai dati sempre piuttosto vaghi e approssimativi di improbabili censimenti, in realtà e’ il pretesto utilizzato per giustificare la necessita’ di ricorrere agli spari, o per tutelare interessi fortissimi, legati al commercio dei trofei e al mercato della ristorazione, purtroppo ben poco regolamentato anche sotto il profilo sanitario.

Per questa notizia ringraziamo:

LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Vergato (BO)

Vergato (BO)

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi