ANAGRAFE ANIMALI

ANAGRAFE ANIMALI

fonte

Anagrafe “animali d’affezione”: appello Federazione per rinnovo Ordinanza

Il 24 gennaio scorso, la Conferenza unificata ha sancito l’accordo tra Governo, Regioni/Province Autonome e Comuni in materia di identificazione e registrazione degli animali da affezione che contiene molte delle previsioni dell’Ordinanza del Ministero della Salute 19 luglio 2012 concernente misure per l’identificazione e la registrazione della popolazione canina, in scadenza il prossimo 24 febbraio, e introduce delle novità.

Tra quelle positive: il divieto di vendita e cessione, a qualsiasi titolo, non solo di cani – come previsto dalla citata ordinanza – ma anche di gatti non identificati e registrati, nonché di età inferiore ai due mesi; l’identificazione dei gatti delle colonie feline al momento della sterilizzazione e la loro registrazione nell’anagrafe degli animali d’affezione a nome del Comune competente per territorio; l’obbligo per il veterinario di segnalare la mancanza o l’illeggibilità dell’identificativo al Servizio veterinario pubblico.

In materia di tracciabilità degli animali l’accordo segna invece, secondo le associazioni della Federazione Italiana Diritti Animali e Ambiente – tra cui Amici Animali, Chiliamacisegua, Enpa, Eolo a 4 zampe, Lav, Lega Nazionale per la Difesa del cane, Leidaa, Noi Animali, Oipa – un pericoloso passo indietro, in quanto le disposizioni sono meno chiare e meno dettagliate rispetto a quelle contenute nell’ordinanza ministeriale, che tra l’altro riconosce che l’inoculazione è un atto medico veterinario e che i microchip possono essere venduti esclusivamente alle Regioni e alle Province Autonome di Trento e Bolzano, alle Aziende sanitarie locali, ai veterinari abilitati a accedere in anagrafe canina e alle Facoltà di medicina veterinaria che hanno un ambulatorio aperto al pubblico.
Le associazioni animaliste si augurano che l’accordo – il cui recepimento regionale non è certo e potrà essere fatto, come testimonia il precedente del 2003, anche con anni di ritardo o con strumenti non vincolanti – non rappresenti motivo per non reiterare l’ordinanza ministeriale ancora indispensabile nelle more di una nuova legge in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo che ne contenga le previsioni e le integri con altre misure chiare ed efficaci.
Per questo rinnovano l’appello al Ministro della Salute Balduzzi e al Sottosegretario Cardinale affinché la reiterino, prima della scadenza prevista per fine di questo mese.

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: _ Le notizie della Lega del Cane
Altre informazioni inerenti ANAGRAFE ANIMALI: , Sara, http://www.legadelcane.org/feed/, LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE, LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi