Commento allo Standard AKIHO di Naoto Kajiwara

Vi proponiamo il commento allo Standard AKIHO del 1955 scritto nell’anno 1975 da Naoto Kajiwara, leggete con la dovuta attenzione questo articolo per una riflessione sull’evoluzione dell’Akita considerando che è stato da noi tradotto in italiano dopo che era stato già tradotto in inglese dal giapponese. Inoltre per una …

via akitainprogress:

Commento allo Standard AKIHO di Naoto Kajiwara

Vi proponiamo il commento allo Standard AKIHO del 1955 scritto nell’anno 1975 da Naoto Kajiwara, leggete con la dovuta attenzione questo articolo per una riflessione sull’evoluzione dell’Akita considerando che è stato da noi tradotto in italiano dopo che era stato già tradotto in inglese dal giapponese. Inoltre per una più facile comprensione, trattandosi di un testo dedicato ad esperti della razza, giudici ed allevatori, vi consigliamo di consultare contestualmente lo Standard linkato.

Buona lettura!

I miei pensieri sull’Akita Inu
di Naoto Kajiwara
Parte I

Originariamente pubblicato su:
Aiken Journal 183: pag 135-138, (Gennaio) 1975
come tradotto in inglese da Tatsuo Kimura

LINEE GUIDA PER APPREZZARE L’AKITA :

Una discussione sullo Standard dell’AKITA
Allevare Akita o partecipare ad esposizioni senza un’adeguata conoscenza delle vere qualità del Akita rende difficile apprezzarne le qualità positive e negative, e allo stesso modo lascia qualche dubbio nella mente . Pertanto, si dovrebbe conoscere bene lo standard al fine di apprezzare l’ Akita .

Questo è vero per qualsiasi razza per cui è scritto uno standard  per una corretta identificazione . Ciascuno dei clu Akita come l’akitainu Hozonkai ( Akiho ), il Nippon – ken Hozonkai ( Nippo ) e l’Akita – ken Kyokai ( Akikyo ) ha uno standard . Si dice che Nippo è stato il primo club a scrivere lo standard del cane giapponese , che comprende il cane Akita . Gli standard dei tre club  erano molto identici all’inizio. Tuttavia, ogni standard è stato progressivamente modificato così che alcune caratteristiche distintive con minori differenze sono diventate distinguibili. In generale, lo standard Nippo  è breve , lo standard Akikyo è piuttosto lungo , mentre lo Standard Akiho si colloca in qualche modo tra i due.. Tutte le regole sono scritte in termini astratti . il che probabilmente rende molto difficile la comprensione alcuni passaggi per un principiante. Tuttavia lo standard definisce le caratteristiche positive e negative come guida per gli allevatori e giudici nel ring .

Anche se ci possono essere delle differenze minori negli standard dei tre club, le differenze di base non sono grandi , e essi sono sostanzialmente identici. . Di conseguenza, potrebbe non essere necessario discutere di ogni Standard separatamente. Discuterò la standard Akiho che credo sia di lunghezza moderata , e con il quale sono stato a contatto per oltre venti anni .

STANDARD AKIHO

COMMENTO ALLO STANDARD
Alcune delle terminologie che precedono non sono comunemente utilizzate e può essere molto difficile per alcuni lettori capire il loro significato . Tuttavia, il testo dovrebbe diventare gradualmente più comprensibile come quando si acquisisce esperienza dopo molti anni di allevamento e si arriva ad una migliore comprensione dell’Akita . Vorrei ora tentare di fare una spiegazione semplificata dello standard nel suo ordine corretto.

Qualità essenziali e le sue caratteristiche

Il termine ” qualità essenziali ” è difficile da descrivere . La frase secondo cui ” Un cane Akita è calmo , maestoso e possiede il carattere di una forte volontà e coraggio ” sembra denotare maestosità. La calma e il coraggio sono gli elementi essenziali di questa maestosità. ” Egli è fedele , obbediente senza essere vistoso ” sottolinea l’assenza di invadenza. Le qualità dell’ essere obbedienti , fedeli e il non essere invadente sono considerati come caratteristiche necessarie a dar luogo al concetto di semplicità nel cane Akita . Dietro la mancanza di invadenza c’è ” dignità , acume , sostanza e l’agilità . ” Quest’ultima frase sottolinea il portamento del cane Akita . L’acutezza si riferisce ai sensi della vista, l’udito e l’olfatto . Il corretto funzionamento di questi sensi aiutano l’ Akita ad essere agile , oltre che ad essere audace nei suoi movimenti.

Inoltre , il termine ” qualità essenziali ” si riferisce al temperamento originario e alle caratteristiche che sono state tramandate di generazione in generazione.

Così, in riferimento al cane Akita , può essere corretto affermare che le ” qualità essenziali ” sono state tramandate di generazione in generazione, da quando era un cane da caccia . Durante il periodo in cui era un cane da guardia , il cane Akita appariva maestoso all’estraneo , e leale e semplice al proprietario . Durante il periodo in cui era un cane da combattimento , il cane Akita acquisì una grande corporatura e agilità nel movimento che erano importanti per raggiungere gli avversari . La costituzione fisica e il temperamento tramandati dai tempi antichi attraverso l’habitat naturale ed altre condizioni ambientali divennero le uniche “qualità essenziali” del cane Akita.

ASPETTO

L’aspetto si riferisce alla forma del viso e alla forma generale .

“Il corpo è ben equilibrato con ossatura robusta, i tendini ed i legamenti ben sviluppati, mentre la pelle è tesa senza rughe. Le caratteristiche sessuali del maschio sono chiaramente distinguibili dalla femmina.”

Le varie parti anatomiche del cane devono essere in equilibrio tra loro . Il sistema scheletrico è forte e solido . I muscoli, tendini e vasi sanguigni sono ben sviluppati attraverso un allenamento costante, mentre la pelle è tesa senza lassità.
Il maschio deve apparire mascolino, mentre la femmina deve sembrare femminile , di conseguenza risulterà un cane Akita splendidamente bilanciato. Deve esserci la bellezza di un fisico vigoroso derivante da un adeguato allenamento.

Tuttavia, in realtà , l’aspetto sembra essere in gran parte dipendente dalla qualità del mantello, come la tonalità del colore, la qualità e il prestigio del mantello. Un cane non sarà magnifico, non importa quanto grande sia la costruzione, se la qualità del mantello è molto scarsa. Al fine di avere un buon aspetto , ci deve essere buona costruzione del corpo , una accurata corretta tessitura del mantello e un temperamento vigoroso. Ci deve essere anche una corretta angolazione del collo, un corpo robusto, una coda opportunamente arricciata con potenti e simmetrici arti anteriori e posteriori.

” Il rapporto tra altezza e lunghezza nel maschio è 100:110 , mentre la femmina è leggermente più lunga rispetto all’altezza . “

È importante avere un corretto rapporto tra la lunghezza del corpo e l’altezza , in modo da avere un giusto equilibrio . Tuttavia, attuali misurazioni di cani di sesso maschile con una buona forma e aspetto mascolino mostrano per la maggior parte un rapporto di 100:105.

Per la femmina la misura convenzionale leggermente più lunga rispetto all’altezza è basata sul fattore fisiologico della riproduzione e sulla manifestazione delle caratteristiche sessuali . Lo standard Akiho prevede che l’altezza del maschio sia 2 shaku più 2 sun più o meno 1 sun ( circa 25-27,4 pollici).
(Nota del Traduttore, nel testo originale vengono riportati anche i seguenti riferimenti: Il Nippo prevede 2 shaku più 1 sun o 2 shaku più 3 sun. (circa 25,2-27,6 pollici ‘) , mentre Akikyo prevede 2 shaku più 1 sun ( circa 25,2 pollici) o più.)
Ogni club dispone che la femmina è alta circa 2 shaku ( 0,24 pollici).
Il rapporto tra l’ altezza e profondità del torace è di 2:1.
(Nota del traduttore: http://it.wikipedia.org/wiki/Shaku )

” Il cranio è grande . La parte superiore della testa è quasi piatta . “

La testa del cane Akita è molto più grande in proporzione a quella di altri cani . La parte superiore della testa tra le orecchie è piuttosto piatta e non deve essere rivolta verso l’alto o arrotondata . Tuttavia, si possono osservare diversi tipi di testa sul cane Akit . Ci sono quelli che appaiono come un triangolo arrotondato, quelli con una protuberanza nella regione occipitale e varie altre forme nella parte superiore della testa dovuta probabilmente a causa delle differenti posizioni delle basi dell’orecchio.

” La fronte è ampia , senza rughe , con una piega longitudinale definita e la corretta quantità di stop. Le guance sono piene e ben sviluppate . “

La fronte è ampia, con una piega precisa che va dalla fronte allo stop. Vi è una quantità adeguata di stop tra la fronte e il naso . Le guance sono piene. Non ci devono essere le rughe sulla fronte o vicino agli angoli esterni degli occhi . Tuttavia, spesso si vedono tante forme di fronte.

C’è la fronte rotonda o la fronte con un aumento marcato del centro. C’è anche la fronte piatta come quella di una mucca . Idealmente l’osso della testa deve essere ampio con un lievissimo rigonfiamento . La piega e lo stop sono anche parti molto importanti del volto del cane Akita . Lo stop non deve essere poco pronunciato o troppo profondo.

Lo stop molto superficiale si chiama ” non-stop ” , e non si armonizza con le caratteristiche maestose, mentre uno stop troppo pronunciato fa sì che i tratti del viso diventino stretti con caratteristiche acute .

In teoria più è selvatico l’animale meno profondo è lo stop, mentre gli animali domestici cominciano ad assumere uno stop più profondo . Tuttavia, nel cane Akita , è desiderabile una quantità adeguata di stop. La pienezza delle guance si origina dal morso . L’aggiunta di ciò all’ampia fronte comporta l’aspetto unico del cane Akita .

Poi, vorrei commentare le rughe del viso. Escludendo i cani giovani che non hanno ancora pienamente sviluppato la fronte , si vedono raramente le rughe sulla fronte nei cani Akita di oggi . I cani Akita fra gli anni 20, 30 del Showa ( 1945-1955 ) , d’altra parte , hanno sviluppato le rughe sul viso con lassità della pelle durante la maturità, mentre queste non erano troppo evidenti nei cuccioli di quel periodo .
Secondo qualche  letteratura cinofila durante il periodo Taisho ( 1912-1925 ) . quando i cosiddetti ” cani migliorati ” o i “Nuovi cani Akita ” erano prevalenti, le rughe strane sul viso sono state ampiamente accettate come desiderabili , e alcune persone hanno addirittura affermato che le rughe sul viso aggiungevano maestosità al cane Akita . Mettendo da parte il fatto che questo era il periodo in cui il cane Akita fu incrociato per produrre cani da combattimento , l’Akita non dovrebbe avere rughe sulla regione facciale .
In generale , le rughe indicano lassità della pelle , e non è ammissibile come parte della dignità e del carattere del Akita .

COLLO

” Il collo è spesso e potente , senza pelle allentata , e con corretta angolazione in posizione eretta. “

Il collo deve essere spesso, pieno e potente . Esso non deve apparire sottile o avere alcun allentamento della pelle. La corretta angolazione del collo è circa 45 gradi quando il cane è in posizione eretta normale .

Il collo dell’Akita deve essere in grado di mantenere una testa di dimensioni eccezionali . Al fine di catturare qualsiasi preda o di agitare l’avversario aggrappato durante una battaglia , il collo deve essere spesso e potente. Inoltre, come cane da esposizione , il collo deve essere in equilibrio con la testa massiccia . Altrimenti mancherà l’ aspetto di pienezza e potenza del collo. La corretta angolazione del collo si aggiunge all’equilibrio del corpo nel suo complesso.
Con un’angolazione troppo alta, vi è un aspetto innaturale con la perdita di acutezza rispetto al corpo . Se l’ angolazione è troppo bassa , vi è una mancanza di vigore.

ORECCHIE

” Le orecchie sono piuttosto piccole , spesse, di forma triangolare con la giusta quantità di angolazione in avanti . Sono erette con un’adeguata distanza tra loro . “

I termini ” adeguata quantità ” e ” sufficiente ” utilizzati nello standard sono molto vaghi e difficili da spiegare , ma l’importanza è probabilmente nell’equilibrio tra le regioni della testa e la faccia . C’è una ragione perchè un cane maturo debba avere orecchie relativamente piccole. Dato che le orecchie del cucciolo di solito sono in proporzione più grandi, un cucciolo con le orecchie piccole può destare qualche preoccupazione, perché molte di queste orecchie non raggiungono un’inclinazione adeguata quando il cane raggiunge la maturità . Lo spessore o sottigliezza delle orecchie non sembrano essere di grande importanza dal punto di vista funzionale , ma per un cane da show le orecchie spesse sono più piacevoli per gli occhi , a condizione che sia in equilibrio con le altre parti del corpo , a patto che ciò non fornisca una sensazione di ottusità (dullness) . Le orecchie sottili sembrano impartire un temperamento nervoso e una mancanza di compostezza e dignità. Ci sono molte varietà di orecchie di forma triangolare , come le ” orecchie bamboo  ’ che sono sottili e vicine tra loro alla base , poi ci sono ” orecchie allentate “, in cui i bordi esterni piegano verso il centro . Ci sono anche le orecchie i cui margini interni sono verticali . Anche le orecchie opportunamente sagomate sono a volte un più a lunghe con i lati disuguali .

“Le orecchie sono erette con adeguata distanza tra loro . “

Questo si riferisce all’impostazione delle orecchie intendendo che le orecchie sono erette come se fossero spinte nella testa . Perciò le linee delle orecchie devono essere diritte . In riferimento alla corretta angolazione in avanti dell’orecchio , ci dovrebbe essere una leggera angolazione in avanti in relazione a una linea estesa verso l’alto dalla linea del collo posteriore . Le orecchie troppo erette se guardate lateralmente mancano di acutezza desiderabile (sharpness) , mentre le orecchie che stanno troppo basse danno una sensazione di pesantezza.

La distanza tra le orecchie dovrebbe essere vista frontalmente . Le orecchie devono essere appuntite ed avere una base ampia . La distanza corretta tra le orecchie può essere determinata tracciando una linea verticale dal punto interno di attacco delle orecchie . Questa linea dovrebbe passare attraverso il centro degli occhi del cane. Ciò dovrebbe tradursi in una larghezza adeguata delle orecchie . Orecchie troppo grandi sono chiamate ” orecchie ornamentali ” , mentre le orecchie che hanno il loro punto di attacco interno in linea con la punta sono chiamate ” orecchie vicine . ” Le orecchie di larghezza adeguata hanno una linea verticale dalla punta dell’orecchio che passa attraverso il centro della base dell’orecchio .

Così, le orecchie di un Akita non solo si aggiungono alla bellezza esteriore , ma la loro forma esprime la qualità e la forza del carattere del cane.

OCCHI

Si dice che gli occhi sono le finestre del cuore , o che gli occhi possono parlare tanto quanto la bocca. Rivelano non solo lo stato d’animo del cane , ma la sua corretta forma e la posizione possono anche aggiungere carattere al singolo individuo.

“Gli occhi sono approssimativamente di forma triangolare e profondamente inseriti nelle orbite. “

La forma alquanto triangolare è probabilmente dovuto alla convergenza degli angoli palpebrali interni con gli apici delle palpebre superiori e la base più lunga del triangolo scaleno deve essere il lato esterno. Tuttavia, in realtà , ci sono rime palpebrali arrotondate superiori e inferiori , con conseguenti occhi circolari. Il termine “profondi ” intende che gli occhi non devono sporgere , perché gli occhi poco profondi insieme alle orecchie ingombranti sminuiscono la dignità di un volto maestoso e non contribuiscono all’equilibrio .

” Gli angoli palpebrali esterni sono leggermente sollevati , le iridi sono di colore marrone scuro . “

Ciò significa che gli angoli esterni , in relazione alle palpebre inferiori , sono leggermente più alti rispetto a quelli interni, determinando una forma inclinata . Quando gli angoli esterni sono sollevati indichiamo gli occhi come obliqui. Tuttavia, se gli occhi sono troppo inclinati , assumono uno sguardo severo , mentre la mancanza di inclinazione conferisce una mancanza di autorità negli occhi . Così come detto prima esprimono il vero carattere del cane . Le iridi marroni scure possono essere simili al rosso arancio mescolato con il nero .

“Vi è una quantità adeguata di spazio tra gli occhi. “

Questo si riferisce alla posizione degli occhi sul volto , che varia da individuo a individuo , ma ancora una volta , si riferisce all’armonia del cane. La giusta distanza tra gli occhi accresce la dignità , mentre gli occhi che sono troppo vicini danno un’impressione di severità o nervosismo . Gli occhi che sono troppo distanti conferiscono un’espressione vacua. Gli occhi degli Akita di oggi sono nettamente migliorati . In passato il tipo di occhi descritto nello Standard erano molto rari.

MUSO e NASO

” La canna nasale è dritta , il muso è pieno. La base della bocca è ampia , e il naso non è appuntito . “

Ciò significa che la linea che si estende in avanti dallo stop verso il naso deve essere diritta vista lateralmente . Tuttavia, spesso si vede la canna nasale convessa o concava . La linea che si estende dalla parte superiore della testa alla fronte dovrebbe essere parallela alla linea che si estende dallo stop al naso. E’ difficile avere una faccia adeguata se queste righe convergono o divergono. Il muso deve restringere gradualmente dalle guance alla punta della bocca . La base deve essere larga e la punta non deve essere appuntita . L’area tra le guance e il muso deve essere ampia e tesa.
Il muso non deve affusolarsi eccessivamente finendo a punta. In altre parole , le guance devono essere ampie , anche il muso deve essere pieno al fine di adattarsi alla forma del viso .

” Le narici sono strette e le labbra sono ben disegnate . “

Il termine ” stretto” è difficile da spiegare , ma uno può riferirsi alla tensione del naso quando il cane annusa. Il naso deve essere nero , lucido , umido e attivo. Tuttavia, un naso di tonalità rosso è accettabile su un Akita bianco. Le labbra devono essere solidamente tese , cioè , le labbra superiori ed inferiori non devono essere pendenti o allentate . Le labbra devono essere disegnate in linea retta . Il colore delle labbra deve corrispondere al colore nero del naso .

Al momento , ci sono tre classificazioni generali di forma del muso. Possono essere a forma rotonda , quadrata , e triangolare . Nel tipo triangolare , anche un leggero allentamento delle labbra è facilmente evidente . Il tipo quadrato , che è anche conosciuto come tipo scatola , è anche spesso associato con la lassità delle labbra . Il tipo rotondo è l’ ideale e di solito non c’è mollezza delle labbra , a causa della forma , e si può vedere la linea retta ideale .

Il volto dell’Akita odierno è nettamente migliorato . Fino al 30 ° anno dell’era Showa ( 1955) , i tratti del viso ricercati nel cane giapponese che conferivano un aspetto di buon gusto e di maestà erano davvero rari .

Per continuare la lettura aspetta il prossimo articolo!!
Tratto da http://www.northlandakitas.com tradotto da Marisa ed Annachiara

Per questa notizia ringraziamo:

akitainprogress

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Commento allo Standard AKIHO di Naoto Kajiwara

Commento allo Standard AKIHO di Naoto Kajiwara

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi