Cosa deve contenere il kit di pronto soccorso per cani

Il cane è l’animale per eccellenza amico dell’uomo, un compagno fedele che dimostra sempre molto affetto nei confronti del suo padrone e della sua famiglia. Avere un dolce amico a quattro zampe è il sogno di molti bambini e adulti, che desiderano un nuovo amico a cui donare affetto, cure, attenzione ed amore. Sono sempre più numerose le persone che decidono di adottare in casa uno dei tanti cani smarriti, che soprattutto in alcuni periodi dell’anno vengono tristemente abbandonati dai loro padroni lungo le strade. Quando si decide di prendere con se un cane lo si deve considerare un membro della propria famiglia e deve essere trattato con rispetto ed educazione. Avere un cane non significa concedergli di fare tutto e non insegnargli cosa è giusto e cosa è sbagliato, anzi è importante stabilire da subito con fermezza delle regole precise, ad esempio dove deve dormire, il luogo dove si trova la sua ciotola del cibo e dell’acqua. All’inizio non sarà semplice farsi ubbidire dal vostro cane ma con pazienza e dedizione la vostra convivenza diventerà un vero piacere.

Informazioni utili

Tutti coloro che hanno un cane dovrebbero avere in casa un apposito kit di pronto soccorso, che deve essere portato anche quando si è in vacanza in compagnia del proprio amico a quattro zampe. E’ consigliabile custodire il kit all’interno di un luogo asciutto e fresco, accessibile con facilità anche agli altri membri della famiglia o a chi si occupa del cane in vostra assenza. Di seguito sono elencati alcuni tra i principali oggetti che devono essere presenti in un kit di pronto soccorso per cani

 

  • Alcool denaturato.

  • Acqua sterile, utile per pulire zone delicate come gli occhi.

  • Benda di garza sterile.

  • Crema antisettica, ideale per pulire eventuali ferite.

  • Cotone idrofilo.

  • Pinzette, utile per eliminare con facilità zecche o parassiti vari.

  • Forbici.

  • Garze e fasce sterili.

  • Museruola di emergenza.

  • Salviette umidificate specifiche per animali.

  • Polvere emostatica.

  • Termometro.

  • Sciroppo di Ipecacuana, sostanza utile per indurre il vomito nel caso l’animale avesse ingerito qualcosa di velenoso o pericoloso per la sua salute.

  •  

E’ fondamentale controllare periodicamente la data di scadenza dei vari medicinali ed acquistarne nuovi se necessario. All’interno del kit è consigliabile inoltre avere un foglio contenente i dati del veterinario di fiducia e della clinica veterinaria più vicina alla vostra abitazione. Quando si va in vacanza è bene informarsi preventivamente sulla presenza di farmacie, cliniche veterinarie e medici per animali. Per venire incontro alle esigenze dei padroni di cuccioli che si apprestano ad intraprendere un viaggio, come per esempio quello per le vacanze estive, tanti alberghi italiani hanno pensato di offrire particolari servizi proprio dedicati agli amici a quattro zampe. Si tratta principalmente di mettere a disposizione tutto ciò che possa rendere speciale e comodo anche il loro soggiorno: una cuccia in camera con le ciotole per acqua e cibo, spazi adeguati per il loro tempo all’aria aperta, guinzagli e accessori utili da poter prendere in prestito e un’assistenza medica adeguata. Qualora non bastasse il kit di primo soccorso che vi consigliamo di portare con voi quando partite, nelle strutture selezionate e testate che accolgono anche i cani, potrete trovare un veterinario per ogni esigenza.

Share this post:

Related Posts

Leave a Comment